[ Archivio notizie ]       :<[ Entra nel nostro sito ]>:       [ Ammninistrazione ] 



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ.
Non pu˛ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


   Il Pieve di cagna vince contro il Belligotti - notizia del 15/12/2006
 

LA GARA PERFETTA. Sfoderata al cospetto della corazzata Belligotti ad azzerarne ogni velleità. La copertina di giornata del girone A è tutta della Pieve di Cagna.

I ragazzi di mister Roberto Cesaroni hanno domato la capolista con una prestazione tutta cuore e determinazione. L’1-0 finale griffato Marino non rende giustizia abbastanza a una prova scintillante. Gioco e occasioni per tutti i novanta minuti senza lasciare ai temibili avversari – recitano le cronache – lo straccio di un tiro in porta. Chapeau.

Al settimo cielo – e ne ha ben donde – Alfredo Pierfelici, il dirigente-factotum della Pieve di Cagna che con molta modestia si definisce semplicemente il primo tifoso.

“Sabato abbiamo fatto una grande vittoria – l’affermazione gongolante – la squadra è stata da applausi mostrando un calcio spettacolo per tutti i novanta minuti. I ragazzi hanno giocato tutti alla grande dando una dimostrazione lampante di quello cha valgono. D’altronde in rosa abbiamo elementi senza dubbio di categoria superiore”.

Come giudicare altrimenti i vari Marino, Kondratzki e Balducci?

“Non solo loro comunque. Il presidente Giacomo Colocci va ringraziato per aver allestito una squadra all’altezza”.

Sedici punti nelle prime quattordici giornate. Un inizio così così per una compagine che vuole arrivare dove?

“L’obiettivo è quello di una semplice salvezza tranquilla – rivela Pierfelici –. L’anno scorso abbiamo centrato i playoff (persi col Piandimeleto, ndr) ma quest’anno siamo partiti in ritardo. In campionato avevamo iniziato col piede giusto ma poi sono successe alcune cose che ci hanno lasciato l’amaro in bocca. Abbiamo perso la gara di Mercatello sul Metauro a tavolino perché abbiamo schierato Balducci che non poteva giocare. Poi è arrivato il match di Macerata Feltria. L’arbitro aveva sospeso il gioco a qualche minuto dalla fine per lancio di oggetti in campo quando eravamo in vantaggio per 1-0. E’ notizia di ieri (dell’altro ieri, ndr) che è stato accolto il ricorso dell’Olimpia e che la gara si rigiocherà. Un vero peccato”.

Nel prossimo weekend la Pieve di Cagna sarà impegnata nella difficile trasferta di Peglio. La Marchetti-band, pur in una posizione di classifica non eccelsa, viene dall’acuto di Casinina firmato Monceri che non può che aver innalzato il morale alle stelle.

“Sì, ma quest’anno è un derby dell’alto Montefeltro tra “poveri” – puntualizza il dirigente della Pieve Pierfelici –: è la classifica che lo dice. Ripeto, il nostro obiettivo è quello di centrare la salvezza. Chi vincerà il campionato? Beh, il girone è molto bello ed equilibrato anche se vedo una spanna sopra le altre la Cantianese, seguita a ruota da Lunano e Belligotti. Il Piandimeleto è invece una mezza delusione: è una grande squadra ma non riesce a fare punti. Comunque da qui alla fine tutto può ancora succedere. Molte squadre si sono rafforzate e potranno dire la loro. Lo stesso Marotta ultimo in classifica dispone ora di una rosa sicuramente all’altezza. Mister Grieco farà sicuramente bene”.

E il mister della Pieve Cesaroni? “E’ molto preparato. Sabato ha indovinato tutto”.