[ Archivio notizie ]       :<[ Entra nel nostro sito ]>:       [ Ammninistrazione ] 



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ.
Non pu˛ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


  Calendario delle cipolle di Urbania 2009. - notizia del 26/01/2009
 


IL METEO COME ′DA TRADIZIONE′

Il responso delle cipolle di Urbania nell’interpretazione della maestra Emanuela Forlini: “Molto freddo a febbraio”

S’annuncia un anno davvero brutto, meteorologicamente parlando.

La maestra Emanuele Forlini di Urbania ha tratto le sue conclusioni dalla “lettura” del barometro delle cipolle per l’anno 2009.

Brutto tempo e precipitazioni frequenti, oltre che persistente umidità. Saranno queste le caratteristiche peculiari dell’anno che è appena iniziato.
Solo negli ultimi mesi dell’anno la lancetta del barometro si sposterà decisamente verso il secco.

“Le cipolle – spiega Emanuela Forlini - hanno detto che l’inverno 2009 sarà ancora lungo fino a comprendere parte dei mesi primaverili.
Nell’anno in corso non mancherà la pioggia anche se la maggior parte delle precipitazioni si verificherà nelle cosiddette belle stagioni.
L’estate sarà anomala, soprattutto nella prima parte.
Le cipolle presentano nell′anno 2009 tre coppie di mesi con un andamento meteorologico tra loro molto simile (marzo e aprile si somigliano, così come giugno somiglia a luglio e ottobre a novembre)”.

Ma ecco cosa prevedono le cipolle della maestra Forlini mese per mese.

Gennaio sarà brutto e piovoso fino agli ultimi giorni del mese.

Febbraio sarà un mese molto freddo con galaverna, nevischio e spolverate di neve.

Ancora acqua mista a neve nel mese di marzo, soprattutto nella parte centrale.

Ed ecco la prima coppia di mesi ad andamento climatico similare.

Aprile, infatti, in forme più attenuate, presenta le stesse caratteristiche di marzo.

A maggio si prevedono temperature in aumento, ma non mancheranno giorni di pioggia.

Giugno sarà decisamente variabile con presenza di precipitazioni,

così come a luglio che sarà assai simile al mese precedente.

Il bel tempo finalmente arriverà ad agosto, il miglior mese dell’estate, anche se con un po’ di umidità.

Mentre settembre sarà un mese con frequenti piogge.

Ed ecco l’inversione climatica dell’ultima parte dell’anno, a cui si accennava.

Ottobre infatti sarà variabile, tendente al bello e abbastanza secco.

E novembre sarà assai simile al mese di ottobre.

Dicembre infine sarà molto freddo, ma secco e prevalentemente sereno.

La previsione delle condizioni del tempo per tutto l’anno, attraverso la lettura delle cipolle, è un’antica tradizione contadina ripresa dall’avvocato Anselmo Forlini e trasmessa quindi alla figlia Emanuela.

La previsione avviene tramite l’interpretazione della reazione di dodici spicchi di cipolla, coperti da una manciatina di sale ed esposti su una assicella ad Oriente, nella notte di S. Paolo dei segni (tra il 24 e il 25 gennaio).

Questa lettura va combinata con un altro metodo empirico della tradizione popolare, quello dei “giorni conterecci”.

Secondo il quale le condizioni meteorologiche dei mesi dell’anno vengono anticipate nei primi 24 giorni di gennaio, con una sorta di rispondenza tra giorno e mese in senso crescente fino al 12 gennaio, decrescente nella seconda dozzina.