[ Archivio notizie ]       :<[ Entra nel nostro sito ]>:       [ Ammninistrazione ] 



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ.
Non pu˛ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


  Potenza Picena in Promozione, la Pieve di Cagna spera in un ripescaggio - notizia del 09/06/2009
 


1° Categoria Potenza Picena in Promozione, la Pieve di Cagna spera in un ripescaggio

Potenza Picena vs Pieve di Cagna 4-3 (d.c.r.)


Falconara - Potenza Picena promossa in Promozione all′ultimo rigore.

Ci sono voluti 120′ minuti e 10 rigori per spegnere il sogno della Pieve di Cagna che stoicamente senza 5 titolari del calibro di Marco Rossi, Gianfranco Guidi, Antonazzo, Giovannini e Pierotti quasi riusciva nel miracolo di battere i quotati avversari.

Gli uomini di mister Muzzini, però, non avevano fatto i conti con la bravura di Morlacco, il vero eroe di questa serata, che ha parato gli ultimi due rigori tirati nientemeno che da capitan Spinaci e Balducci, le vere colonne portanti della compagine biancorossa.

Le due squadre si sono presentate a questo appuntamento sicuramente con la testa già in vacanza impreparate all′autentico "suicidio" dell′Elpidiense Cascinare maturato appena 48 ore prima.

Ne ha risentito sicuramente la prestazione delle due squadre che non hanno certamente disputato la loro miglior partita.

Ma veniamo alla cronaca dell′ incontro: prima occasione per la Pieve al 3′ ma il tiro "strozzato" di Marino termina fuori. Risponde al 6′ il Potenza Picena con Proculo ma il suo diagonale finisce sull′esterno della rete.
L′esperto attaccante potentino ci riprova due minuti dopo e il debuttante Iaffaldano blocca a terra.
Bell′intervento di Balducci al 10′ che anticipa di un soffio Properzi all′altezza del calcio di rigore.
Uscita imperfetta di Iaffaldano al 13′ che viene salvato in angolo da un compagno.
Proculo ci prova al 18′ su punizione ma Iaffaldano non si fa sorprendere.
Al 21′ è Guidi a sfiorare l′incrocio dei pali con un diagonale da buona posizione.
Al 28′ ancora Pieve ma il tiro di Spinaci dal limite dell′area viene deviato in angolo da un difensore.
Al 37′ ci prova Marino ma la sua conclusione termina fuori non di molto.
Occasione importante per il Potenza Picena al 42′ con D′Agostino che colpisce la base del palo su angolo proveniente dalla destra.
Si chiude qui il primo tempo.
Il Potenza Picena rientra nella ripresa più convinto e al 4′ sfiora il vantaggio con Falcicchio che da non più di quattro metri di testa alza troppo la mira e la palla supera abbondantemente la traversa.
Al 6′ viene annullata alla Pieve la rete di Guidi ma l′attaccante urbinate era in posizione di fuorigioco e l′assistente era già con la bandierina alzata.
Al 9′ diagonale di Lapponi fuori.
Bella azione di Marino al 19′ ma la conclusione alla stelle è da dimenticare.
Al 21′ ci prova Proculo da fuori ma la palla finisce lontana dal palo sinistro.
Risponde la Pieve con Spinaci al 24′ ma la sua conclusione è imprecisa e termina fuori.
Reclama la massima punizione Corsucci, al 26′, ma l′arbitro è a due passi e lascia proseguire.
L′occasione più importante della ripresa arriva al 29′ quando Becilli scaglia un tiro di estrema precisione da un paio di metri fuori dell′area, la palla sta per infilarsi all′incrocio quando Morlacco compie un intervento miracoloso volando a deviare in angolo, davvero prodigioso il balzo dell′estremo potentino.
Risponde Falcicchio al 31′ ma Iaffaldano blocca sicuro a terra.
Ancora un diagonale debole di Proculo al 36′ ben controllato dal portiere della Pieve.
Altro invento decisivo di Morlacco sul colpo di testa di Luca Vecchietti al 41′ che chiude i tempi regolamentari.
I ritmi calano vistosamente nei supplementari e le due squadre sembrano ormai rassegnate a giocarsi il posto in Promozione ai calci di rigore.
Da segnalare solo una girata di Marino fuori e una mischia nell′area della Pieve con Balducci che salva sulla linea.
Si arriva alla lotteria dei rigori e si mette subito bene per la Pieve perché il Potenza Picena sbaglia il primo mentre la Pieve trasforma i primi tre.
Il Potenza Picena non sbaglia più e arrivano le parate decisive di Marlacco prima su Spinaci poi su Balducci.
Proculo chiude la serie spiazzando Iaffaldano e può iniziare la festa giallorosa con tutti i fans potentini in campo coni loro beniamini.
Mestamente la Pieve lascia il campo complimentandosi sportivamente con i vincitori e lasciando aperto l′ultimo spiraglio possibile: quello della Civitanovese che conquistando la promozione in serie D ai danni del Selarguis lascerebbe il posto in Eccellenza alla Vis Macerata che sua volta promuoverebbe la compagine feltresca.

I migliori per il Potenza Picena oltre a Morlacco già citato Reucci e Falcicchio.

Per la Pieve bravissimi tutti con una citazione particolare per Becilli, autentico dominatore del centrocampo e talento dimenticato troppo presto dalle società di categorie supriori.

Ottima la prova della terna arbitrale.



TABELLINO:

Potenza Picena: Morlacco, D′Agostino, Rebichini, Battistelli Marco, Papa, Pierangeli, Lapponi (16′ st Ciuffetti), Reucci, Properzi (7′ sts Tomassini), Proculo, Falcicchio (22′ st Lovascio) (A disp. Pantaleone, Vissani, Grandinetti e Battistelli) All. Santoni Giuseppe

Pieve di Cagna: Iaffaldano, Balducci, Mainardi (9′ st Corsucci e 43′ st Zazzeroni), Bernardini, Vecchietti Luca, Vecchietti Marco, Spinaci, Becilli, Guidi Samuele, Marino, Della Martera (A disp. Rumori, Catani e Lucarini) All. Muzzini Claudio

Arbitro: Marconi di Fermo (Assistenti: Giampieri di Jesi e Cardinali di Fermo)

Ammoniti: Rebichini, Lapponi, Corrucci e Vecchietti Marco

Angoli: 6 a 3

Recupero: 1 + 3 + 0 + 1

Spettatori: 300 circa

Risultato al termine dei 120′ minuti: 0 a 0.

Rigori: Becilli (gol), Pierangeli (alto), Marino (gol), Battistelli (gol), Vecchietti Luca (gol), Reucci (gol), Spinaci (parato), Papa (gol), Balducci (parato), Proculo (gol).

Giuseppe Stulzini


Fonte: Romagna Sport