[ Archivio notizie ]       :<[ Entra nel nostro sito ]>:       [ Ammninistrazione ] 



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ.
Non pu˛ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


   Pieve di Cagna: comunque vada a finire è stato un successo. - notizia del 03/08/2009
 


Mi sembra giusto alla fine di una stagione indimenticabile valutare tutti protagonisti che hanno contribuito a raggiungere un obiettivo insperato all’inizio del campionato.

(il – è stato attribuito per i rigori sbagliati e le autoreti)



Rossi Marco – portiere – 1984 – 34 presenze (3201 minuti) 27 reti subite 1 giallo – 1 rosso – 1 giornata di squalifica. Protagonista di una stagione eccezionale, recuperato ai grossi livelli che l’avevano visto titolare in serie D (Urbino) a soli 18 anni. Purtroppo la sua assenza per squalifica nella partita più importante dell’anno con il Potenza Picena rimane l’unico neo che avrebbe potuto cambiare l’esito della finale deciso appunto ai calci di rigore. Voto 9,5

Iaffaldano Alfredo – portiere – 1984 – 1 presenza (125 minuti) 0 gol subiti, 1 giallo. Chiamato all’appuntamento più importante della stagione per la squalifica di Rossi se la cava bene superata l’emozione del debutto. Troppo poco una sola presenza per dare una valutazione completa. Voto 7

Balducci Raffaele – difensore – 1979 – 30 presenze (2914 minuti) 9 gialli – 2 giornate di squalifica. Vera colonna portante della difesa bianco rossa, uomo leader all’interno dello spogliatoio, esempio di attaccamento ai colori sociali, suo l’errore decisivo dal dischetto nella sfida finale ma segno di grossa responsabilità da trasmettere ai più giovani del gruppo. Voto 9-

Bernardini Simone – difensore – 1985 – 27 presenze (2468 minuti) 2 reti, 5 gialli – 3 rossi – 5 giornate di squalifica. Sempre all’altezza della situazione è migliorato notevolmente rispetto alle recenti stagioni diventando un titolare inamovibile. Se spesso avesse frenato la sua irruenza sicuramente avrebbe disputato qualche partita in più ma l’inesperienza è certamente frutto della giovane età, pericolosissimo anche nelle puntate offensive è autore di 2 reti pesanti da 6 punti. Voto 8,5

Mainardi Enrico – difensore – 1975 – 33 presenze (2367 minuti) 0 gialli – 0 rossi. Esempio di correttezza e lealtà si fa sempre trovare pronto riscattando l’opaca stagione precedente. Doveva giocare poco o niente invece alla fine risulta indispensabile. Voto 8

Vecchietti Marco – difensore – 1977 – 26 presenze (1956 minuti) 5 gialli – 1 giornata di squalifica. Parecchi problemi fisici ne condizionano la stagione. Arrivato in punta di piedi dopo la retrocessione con lo Schieti porta sempre un contributo positivo al fianco di Balducci nella coppia centrale. Voto 8

Fanelli Roberto – difensore – 1986 – 5 presenze (406 minuti) 0 gialli – 0 rossi. Un gravissimo infortunio lo ha tolto di mezzo dopo sole 5 partite. Autore di una sfortunato autorete con l’Urbinelli ha cercato fino alla fine di rientrare senza riuscirci ma è sempre stato vicinissimo alla squadra. Voto 7-

Rumori Manuel – difensore – 1984 – 11 presenze (192 minuti) 0 gialli – 0 rossi. Solo spezzoni di partita ma si sa aveva davanti fior fiore di difensori, si è comunque impegnato a fondo e quando il mister ne ha avuto bisogno non si è certamente tirato indietro. Voto 7

Vecchietti Luca – difensore e centrocampista – 1979 – 28 presenze (2425 minuti) 4 reti, 2 gialli – 2 rossi – 3 giornate di squalifica. Una delle sorprese più belle, arrivato come il fratello dalla Schieti, in qualunque ruolo è stato impiegato non ha mai fallito. Giocatore che oltre la qualità si contraddistingue per la quantità. Non si capisce come non abbia fatto un’altra carriera considerate le grosse doti. Voto 9

Becilli Marco – centrocampista – 1985 – 31 presenze (2944 minuti) 1 rete 10 gialli – 2 rossi – 4 giornate di squalifica. Autentica rivelazione, giocatore finalmente maturato e pronto sicuramente per il salto di categoria. Unisce una classe sopraffina oltre ad un dinamismo continuo. Se riuscisse anche a controllarsi disciplinarmente (troppi gialli o rossi inutili) sarebbe perfetto. Voto 9,5

Giovannini Marco – centrocampista – 1979 – 27 presenze (1998 minuti) 2 reti, 6 gialli – 2 giornate di squalifica. Buon inizio di campionato, poi dopo l’infortunio alla spalla ha stentato a ritrovare la condizione. Decisive le sue due marcature nelle partite di Piobbico e del Gallo nei play off dove peraltro ha rimediato il giallo per togliere la maglietta che di fatto lo ha tolto dalla finalissima con il Potenza Picena. Voto 8

Spinaci Alessandro – esterno – 1978 – 25 presenze (2105 minuti) 4 reti, 3 gialli – 2 rossi – 2 giornate di squalifica. Annata costellata da continui infortuni che ne hanno condizionato il rendimento. Il capitano ha lasciato, comunque, il segno (4 importantissime reti) ma quale sarebbe stato il rendimento per la squadra se fosse stato sempre presente? Anche l’errore dal dischetto nella roulette della finalissima fa parte della generosità del giocatore (allo stremo per crampi) che non si è tirato indietro considerate tutte le assenze di quella sera. Voto 8,5-

Pierotti Stefano – esterno – 1982 – 27 presenze (1978 minuti) 1 rete, 6 gialli – 2 giornate di squalifica. Stagione discontinua la sua ma alla fine comunque positiva. Sua la terza rete nella sfida dei play off con il S.Cecilia a Sant’Angelo in Vado ma soprattutto “eroico portiere” improvvisato e imbattuto per 59’ minuti nella sfida con il Camerano dove ha rimediato un futile giallo per perdita di tempo che lo ha estromesso dalla partitissima con il Potenza Picena. Voto 7,5

Antonazzo Alessandro – centrocampista – 1976 – 17 presenze (1582 minuti) 4 gialli – 1 giornata di squalifica. Arrivato a gennaio e reduce da quasi un anno di inattività per un intervento ai crociati del ginocchio si è inserito subito nel gruppo portando il suo tasso di esperienza e qualità. Vero dominatore del centrocampo ha permesso a Becilli di giocare più avanti e la squadra ne ha beneficiato sicuramente. Peccato la sua assenza nel big match con il Potenza Picena, un giocatore così non si può certo regalare agli avversari. Voto 8,5

Della Martera Paolo – esterno – 1976 – 13 presenze (930 minuti) 2 reti, 1 giallo – 1 rosso – 1 giornata di squalifica. Impiegato per soli 8 minuti nel girone di andata, causa infortuni e squalifiche nel girone di ritorno diventa titolare. Spesso decisivo, vera e propria sorpresa anche per il mister che gli da la fiducia meritata sul campo. Voto 8

Catani Morris – centrocampista – 1973 – 15 presenze (710 minuti) 0 gialli – 0 rossi. Panchinaro indispensabile nei momenti critici della stagione. Quando è chiamato risponde sempre presente e porta il suo contributo alla causa biancorossa. Voto 7

Zazzeroni Paolo – centrocampista – 1985 – 10 presenze (312 minuti) 1 giallo. Poco impiegato se non in casi d’emergenza, rimane silenziosamente in gruppo aspettando il suo turno. Sfortunata la sua autorete ad Urbania in pieno recupero che priva la sua squadra di una vittoria che avrebbe dato l’allungo decisivo. Voto 7-

Marino Vincenzo – attaccante – 1977 – 33 presenze (3069 minuti) 12 reti, 0 gialli – 1 rosso – 1 giornata di squalifica. Stagione della riscossa dopo un’annata negativa (prima a Lunano poi il ritorno con poca fortuna). Si ritrova benissimo con Gianfranco Guidi, suo compagno di reparto, ed assieme diventano lo spauracchio di tutte le difese del girone. Miglior marcatore della squadra con 12 centri ricambia la società che ha sempre creduto il lui. Voto 9,5

Guidi Gianfranco – attaccante – 1972 – 31 presenze (2499 minuti) 8 reti, 8 gialli – 1 rosso – 4 giornate di squalifica. La ciliegina sulla torta della campagna acquisti, fa fare il vero salto di qualità alla squadra e disputa un girone di andata alla grande. Oltre alle segnature e autore di tantissimi assist per i compagni e se non incorresse negli stupidi gialli e rossi riuscirebbe a dare un apporto maggiore al gruppo, ma si sa lui è fatto così e non lo scopriamo certo adesso. Voto 8,5-

Guidi Samuele – attaccante – 1987 – 25 presenze (1642 minuti) 2 reti, 0 gialli – 0 rossi. Girone di andata alla grande, nel ritorno trova meno spazio e deve sacrificarsi anche in ruoli di copertura vista la concorrenza nel reparto avanzato. Voto 7,5

Corsucci Lorenzo – attaccante - 1986 – 21 presenze (1161 minuti) 2 reti, 1 giallo. Alterna giocate spettacolari (sua la rete in rovesciata da cineteca contro il Vismara) a partite anonime. Giocatore dotato di una velocità irresistibile, spesso con i piedi non concretizza nella zona determinante. Lascia il segno nella partita con il Camerano determinando l’autogol del pareggio e fornendo l’assist a Marino per il gol vittoria. Voto 7,5

Muzzini Claudio – allenatore – Mister al debutto in questa categoria (l’anno scorso era il secondo Biagetti) acquista di partita in partita la fiducia del gruppo e dei tifosi scettici all’inizio. Lavorando seriamente per tutta la settimana crea le basi per la splendida cavalcata della squadra, Vismara a parte, ma l’obiettivo che gli aveva chiesto la società (salvezza) era sicuramente un altro. Pur con una rosa abbastanza ristretta trova le giuste motivazioni per far rendere al massimo tutti i componenti del team. Voto 10

Lazzari Marco – preparatore e assistente mister – Collabora attivamente con Muzzini. Voto 8

Società: (Ceccarini Lorenzo – presidente - , Pierfelici Alfredo – consigliere –, Romagnoli Remo – consigliere e anima della squadra -, Romagnoli Vittorio – consigliere –, Betti Graziano – consigliere -, Pieri Tiziano – cassiere -. Lamonaca Gianfranco – consigliere – Lucarini Marco – direttore sportivo -, Belpassi Fabio – segretario- più i collaboratori : Poggiaspalla, Mainardi, “Ballington”, Cristian (magazziniere) “Gaetano superultras” e “Biccio”) Voto 10

Tifosi: Sempre vicini alla squadra anche con il brutto e il cattivo tempo sia in casa che fuori incitano i loro beniamini. Non smettono mai di credere nel miracolo e aspettano fiduciosi un altro traguardo storico, visto che già questo anno hanno conquistato i play off e la finale regionale mai raggiunti nella storia del sodalizio urbinate. Voto 8

Giuseppe Stulzini

Fonte: Romagna Sport